Alopecia nello Spitz

L’autrice, Elena Gainoulina, veterinaria, esperta in cinologia, titolare del centro di allevamento canino «De Panda Charme»

L’alopecia nello Spitz è un fenomeno molto diffuso. Gli elenchi di controlli veterinari non forniscono una chiara spiegazione delle origini di questo problema, ma attestano semplicemente che le sue cause rimangono sconosciute. Questo è il motivo per cui l’alopecia nello Spitz è spesso chiamata “alopecia iks” (detta anche «malattia della pelle nera», «BSD (Black Skin Disease)», «alopecia X»). I migliori centri di allevamento di cani nel mondo stanno cercando di trovare una cura per l’alopecia.

In qualità di veterinario che ha svolto il compito di responsabile per l’allevamento di Spitz di Pomerania per diversi anni, vorrei esporre le mie osservazioni su questo argomento. Come regola generale, l’alopecia nello Spitz è una conseguenza degli errori commessi nella dieta e della cattiva manutenzione del pelo, nonché nella mancanza di passeggiate. I cani maschi sono quelli colpiti più spesso da questa malattia rispetto alle femmine. Tutte le domande a riguardo sono discusse di seguito.

La manutenzione del pelo.

Uno Spitz sano ha dei buoni vasi (peli di copertura) e un manto molto spesso.Più i peli di un cucciolo sono lanosi, maggiore è la richiesta da  parte dei potenziali acquirenti, ma molto spesso i nuovi proprietari felici non sanno prendersi cura del manto . Se il bagno e la spazzolatura di un cucciolo sono operazioni che vengono effettuate di rado, o se il districamento non è fatto in modo adeguato, possono formarsi rapidamente nodi inestricabili chiamati «cose», «catons», «tapons» … Pertanto, essendo ostacolata la muta, i follicoli restano inattivi. Questo è il motivo per il quale sorge l’alopecia.

Come evitare l’alopecia nello Spitz della Pomerania?

Prima di tutto, non seguite il consiglio di lavare il cane non più di una volta ogni sei mesi. Questa raccomandazione è valida solo per cani a pelo corto senza sottopelo e cani che vivono all’aperto. È essenziale lavare lo Spitz una volta alla settimana con shampoo idratanti e balsami della massima qualità possibile. Il lavaggio rimuove delicatamente i peli morti mentre un buon balsamo idrata il manto che diventa troppo asciutto a causa dell’aria presente nell’appartamento o del riscaldamento.

Quindi, è necessario districare accuratamente il pelo dopo aver precedentemente idratato con balsamo diluito in acqua nelle seguenti proporzioni: dieci volumi di acqua per un volume di balsamo. Cospargere il manto con la soluzione spray, attendere alcuni minuti (1-3 minuti), e quindi tagliare delicatamente i peli del cane con l’aiuto della carta nella direzione del pelo. Il massaggio cutaneo effettuato durante la spazzolatura migliora la circolazione sanguigna, rafforza i follicoli piliferi e contribuisce al cambiamento dei cosiddetti peli piccoli. Si consiglia di spazzolare 3 volte a settimana.

Passeggiate.

Lo Spitz non è un cane da casa, deve camminare regolarmente. Ogni giorno, indipendentemente dal tempo, e soprattutto in inverno, perché il clima fresco stimola la crescita del pelo. Bisogna tenere in considerazione che lo Spitz maschio richiede una maggiore attenzione alle passeggiate.

Va notato qui, come precauzione, che lo Spitz non ha bisogno di vestiti: nè vestiti caldi, nè freddi, nè alla moda. In casi del tutto eccezionali, può essere utilizzato un leggero impermeabile se il tempo è particolarmente brutto, sebbene il manto di uno Spitz sano sia intrinsecamente impermeabile.

Energia.

Tutti sanno che bisogna nutrire il cane con cibo di alta qualità, cibo industriale di alta qualità o cibo domestico adatto e ben bilanciato. Secondo le ultime ricerche sul metabolismo dello Spitz della Pomerania, circa il 60% delle sostanze nutritive vengono utilizzate per la formazione e la crescita del manto! Tuttavia molti proprietari trascurano ostinatamente le raccomandazioni.

I cuccioli sono nutriti con dolci, grassi, cibi affumicati, salati. Ogni allevatore e ogni veterinario ha sentito dire migliaia di volte: «È solo un pezzo piccolo», «Gli piace tanto,» «non mangia altro» o la mia frase preferita,  «Abbiamo sempre nutrito i nostri cani e non è mai stato un problema Mentre i cuccioli, questi piccoli manipolatori, se li godono e rifiutano di mangiare le crocchette rivendicando formaggio, salsiccia, dolci e molte altre cose. Gli diamo di più perché il piccolo ha fame. Quanto sei familiare? Di conseguenza, il pancreas, il fegato e tutto il sistema digestivo vengono interessati dal problema. Il cane può essere colpito da diarrea, disordine metabolico e molti altri problemi tra i quali cui problemi relativi al manto.

I sintomi dell’alopecia.

Come identificare la malattia subito? Il primo campanello d’allarme è la secchezza del manto. Se il tuo cucciolo inizia a somigliare improvvisamente alla vittima di un parrucchiere stordito ed i suoi peli diventano molto secchi, rovinati, con una consistenza simile a «paglia», come se fossero bruciati da una aggressiva colorazione chimica, devi agire con urgenza.

Altri sintomi dell’insorgenza della malattia: il caso in cui un cucciolo all’età di un anno non ha vasi (peli) sul dorso; così come la presenza di «buchi» nella sulla zona delle zampe posteriori o sulla coda.

Come trattare l’alopecia?

Prima di tutto devi lavare il cane una volta ogni 3 giorni usando lo shampoo Nizoral (lo trovi in ​​farmacia) per un mese (quindi 10 volte in totale). Molto spesso durante l’insorgenza dei sintomi sopra descritti, il sistema immunitario cutaneo si indebolisce portando all’insorgenza di infezioni fungine. Anche se il tuo veterinario non è stato in grado di diagnosticare la condizione della pelle, ti consiglio comunque di usare Nizoral perché, da un lato, molte infezioni fungine sono difficili da diagnosticare e, dall’altro, Nizoral non causerà danni al tuo cane in alcun modo.

Alla fine del trattamento con Nizoral, sarebbe utile passare a shampoo o sapone catramoso. E’ fondamentale applicare un ottimo balsamo idratante. Il mio balsamo preferito è ARTERO Protein vital.

In concomitanza con il lavaggio:

– Vaccinazione terapeutica: il vaccino Polivak-TM (il vaccino contiene otto tipi di funghi Microsporum e Trichophyton), il cui dosaggio deve essere regolato in base al peso del cane. Il vaccino viene somministrato per via intramuscolare e prevede due iniezioni.L’iniezione deve essere fatta in una zampa e dopo dieci giorni nell’altra.

– Somministrare il farmaco antistaminico (come Fenistil / Zyrtec / Suprastin) e effettuare il controllo dei parassiti per eliminare le pulci e le zecche. L’uso di un farmaco antistaminico è essenziale a causa della possibile insorgenza di una reazione allergica molto comune causata dal controllo dei parassiti.

Secondo la mia esperienza, il farmaco per il controllo dei parassiti più sicuro e affidabile è Stronghold (disponibile nelle farmacie veterinarie, dosaggio coerente con il peso del cane). Anche le compresse masticabili Bravecto per cani sono ritenute molto valide. Ma fai attenzione, non dare due farmaci contemporaneamente, solo uno di tua scelta!

– È stata dimostrata anche l’efficacia della placenta denaturata emulsionata (PDE). Puoi trovarla in farmacia, si consiglia quella ad iniezioni, molto più semplice rispetto a quella da bere. È un cocktail tonificante contenente amminoacidi, vitamine e microelementi. Questo prodotto può essere somministrato per via cutanea. Prima di strofinare la placenta sulla pelle, essa deve prima essere accuratamente preparata. A tale scopo, prendi uno scrub di buona qualità (lo trovi negli scaffali del reparto di bellezza in negozi rinomati), e dopo aver lavato il tuo piccolo, eliminalo accuratamente. Risciacquare e poi pulire il cane con un asciugamano e applicare la placenta strofinando il prodotto sulla pelle.

– Sarebbe utile acquistare un dermaroller (rullo) ed utilizzarlo sul cane, ripetendo la procedura una volta ogni 3-5 giorni. È possibile che questa operazione non sia troppo apprezzata dal tuo piccolo, ma resta un trattamento molto efficace.

Oltre a tutto quanto sopra menzionato, ti consiglio vivamente di somministrare al tuo cane vitamine e probiotici (integratori alimentari). Lactis Zoo e FortiFlora sono tra i migliori. Inoltre, gli oli ricchi di vitamine risultano ottimi per la salute del cane, ma devono essere utilizzati con la stretta osservanza del dosaggio indicato.

Se le misure necessarie non sono state adottate in tempo e il tuo piccolo Spitz ha perso i peli, sii paziente, il trattamento potrebbe richiedere dai 6 ai 12 mesi. I primi risultati saranno visibili in circa 2 mesi: sulla pelle del cane compariranno i primi punti che cominceranno a squamarsi e poi cadranno.

Nella stragrande maggioranza dei casi, seguire tutte le raccomandazioni sopra citate rigidamente contribuisce alla completa guarigione di un cane. Anche se le condizioni del tuo piccolo Spitz rimangono deplorevoli e tutto sembra senza speranza, non arrenderti, è certamente possibile rimediare a questa situazione.

L’alopecia colpisce anche i cani in età adulta, molto spesso a causa del taglio molto dei peli utilizzando tosatori o forbici.

Cos’altro da dire? Nel trattamento dell’alopecia, la terapia deve iniziare con l’uso preliminare dei metodi attenuati descritti sopra per il recupero del sistema immunitario e del metabolismo, che è efficace nel 95% dei casi. La maggior parte dei veterinari cerca prima di escludere la malattia di Kuching o problemi alla tiroide. Siccome queste malattie sono molto difficili da individuare, i chirurghi veterinari adottano spesso misure cieche e casuali prescrivendo una terapia ormonale forte in modo da resistere a gravi effetti collaterali. Non farlo ! Utilizza questi metodi solo nel caso in cui tutte le altre misure adottate siano inefficaci, ma non posso smettere di ripetere che la causa principale dell’alopecia è certamente la scarsa manutenzione del cane e la disfunzione immunitaria o metabolica.

Molti medici veterinari offrono di trattare l’alopecia castrando il cane. L’applicazione di questa misura è giustificata solo se la disfunzione ormonale è ben diagnosticata nei cani giovani. È necessario sottolineare ancora una volta che la diagnosi stabilita può essere sbagliata. Fino ad oggi non conosco nessuno specialista a cui potrei dare piena fiducia in questo caso. Un trattamento inadeguato con l’uso di ormoni potrebbe danneggiare il cane o addirittura causarne la morte. Sfortunatamente tutto questo non è raro.

C’è un altro errore abbastanza comune: se la pelle è diventata scura, è certamente il caso di malattia della pelle nera. Se la pelle non è coperta dai peli, specialmente d’estate, è dorata dal sole ed è pigmentata di nero.

La garanzia concessa dall’allevatore non si applica all’alopecia X, così come a qualsiasi altra malattia causata da una mancanza di difesa  e da una non corretta manutenzione di un cane.

Per riassumere: nutri il tuo cane correttamente, prenditi cura del suo manto e passeggia con il tuo piccolo ogni giorno! Tutto questo ti aiuterà a evitare l’insorgenza di alopecia nel tuo Spitz di Pomerania.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *